Radici resistenti dalla rete alla carta

Le mondine in Second Life!

Doriano Rabotti del Resto del Carlino segue da anni i Fiamma Fumana con attenzione, e anche stavolta dedica molto risalto all’iniziativa del concerto di Radici Resistenti, il 25 aprile a Casa Cervi. In effetti la cosa sta andando benissimo: eravamo partiti per cercare 100 bloggers, e mentre scrivo le adesioni sono 186; nel frattempo i miei amici Velas (nell’immagine), Asian e Joannes hanno cominciato a portare l’idea dentro Second Life. Anche fuori dalla rete abbiamo la sensazione di una grande mobilitazione: in tutta Italia si cercano e offrono passaggi e si organizzano pullman, mentre il Comune di Gattatico e il Fuori Orario stanno organizzando un punto ristoro serale e la possibilità di dormire in palestra. Sono e siamo sorpresi e commossi da tanta partecipazione.

Una cosa che fa un po’ impressione, come sempre, è la differenza con cui l’argomento viene rappresentato in rete e nei media tradizionali. Se fate una ricerca in Google per “radiciresistenti”, o se guardate il blog Di madre in figlia, promotore dell’iniziativa, trovate un accento molto forte sulla community: la maggior parte dei post li scrive Valeria, ma i protagonisti sono tantissimi: i 186 bloggers, appunto, ma anche gli autori dei 300 e passa commenti (100 alla settimana!) quelli che mandano le foto e i video… Sul Carlino, invece, l’accento è posto molto su di me. Ok, conosco i meccanismi dei media e capisco la scelta di Doriano, che è un ottimo professionista: ma insomma, personalmente mi ritrovo di più nella narrazione collettiva del blog e della rete in generale.

 

 

SlideShare | View | Upload your own

Share this:

3 pensieri su “Radici resistenti dalla rete alla carta

  1. Pingback: resitenza 2(volte).0 mondine in second life « luoghi sensibili

  2. Pingback: liberazione 2(volte).0 mondine in second life « luoghi sensibili

Rispondi a stellavale Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.