Progetto caldo, birra fredda

Da oggi sono a Roma per qualche giorno, per incontrare  riprendere il filo di Kublai. Certo che come organizzazione il team di Kublai è un oggetto strano, che sarebbe interessante studiare: siamo dispersi in tutta Italia, e ci vediamo tutti una sola volta all’anno (in un evento che chiamiamo The Gathering). Siamo molto diversi tra noi e facciamo molti mestieri diversi. A unirci è un fragile filo intrecciato di valori, pratiche, affetti.

E, naturalmente, un comune attaccamento alla community kublaiana. Che dà soddisfazione: cresce, mi pare, un po’ più velocemente che in passato (oggi gli utenti registrati sono 923, con 120 progetti), e alimenta una conversazione piuttosto fitta. C’è un nuovo salto di scala da reggere, e dobbiamo prepararci ad un autunno caldo. Nel frattempo, ci rinfreschiamo con una Kublai beer – in cui la community si ritrova per stare insieme, senza necessariamente parlare di Kublai e di progetti. O, per meglio dire, si ritrova il pezzo di community che incrocia non troppo lontano da La Villetta, ingresso via degli armatori 3, nel quartiere Garbatella a Roma. I compagni contrordinati che leggono questo blog sono invitati e benvenuti: vi chiederei però di farci sapere che venite tramite Facebook o Kublai stessa.

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.