I wikicratici

Hall of fame dei commentatori della bozza online di Wikicrazia

(in ordine di apparizione)

  • Capitolo 1: Massimo Micucci, Francesca Covatta, Rosaria Toro, Tito, Ida, Rossella Tarantino, tommaso, Susanna, Giulio Quaggiotto, Simone De Battisti, Anna Natali, Giovanni Calia, Francesco Silvestri, Robertina
  • Capitolo 2: Rosaria Toro, Enrico Alletto, lg, Tito, tommaso, Giulio Quaggiotto, Anna Natali, Francesco Silvestri, Robertina
  • Capitolo 3: Mauro Tuzzolino, Francesco Silvestri
  • Capitolo 4: Massimo Micucci, Francesco Silvestri, tommaso, Max Selvaggi, Giulio Quaggiotto
  • Capitolo 5: Augusto, Giampiero Marchesi, Criscia, Federico Bo, tommaso, Simone De Battisti, Francesco Silvestri, Space on Sail, Robertina
  • Capitolo 6: Francesco Silvestri, Federico Bo, Simone De Battisti, Angelo Di Mambro, Robertina
  • Capitolo 7: Francesco Silvestri, Robertina, Dimitri Tartari
  • Capitolo 8: Federico Bo, Giulio Quaggiotto, Simone De Battisti, Francesco Silvestri, Robertina
  • Capitolo 9: Enrico Alletto, Giulio Quaggiotto, Francesco Silvestri
  • Capitolo 10: tommaso, Francesco Silvestri, Ida, Giulio Quaggiotto, Simone De Battisti, Robertina
  • Capitolo 11: osimod, Enrico Alletto, Rosaria Toro, Simone De Battisti, Federico Bo, Francesco Silvestri, Luca Perugini
  • Capitolo 12: Francesco Silvestri
  • Pagine di servizio e post categoria “Wikicrazia”: Annibale, Giovanni Arata, catepol, gigicogo, Rosaria Toro, Ida, Augusto, Paolo Testa, Lorenzo Marangoni, Paul Johnston, Enrico Alletto, Michele, Robertina

Mi hanno aiutato (e mi aiutano tuttora):

  • Giovanni Rubbiani, l’editor con la chitarra. Non vi dà un brivido di emozione sapere che le cose che state leggete sono state levigate dalla stessa penna che ha vergato “Ninnananna”?
  • Freddy Mascheretti, l’alchimista HTML. A forza di pazienza, Freddy è riuscito anche a farmi masticare un minimo di HTML e CSS “for dummies” (o “per gnucchi”, come diceva mia nonna).
  • Ottavio Navarra, l’editore supersocial. Se non altro, Wikicrazia avrà cambiato la vita a una persona (oltre a me, che ci sono sopra da un anno): lui. Folgorato sulla via del web 2.0, adesso Ottavio ha 4000 amici su Facebook, mi pubblica il libro in CreativeCommons (la prima volta per Navarra Editore) e stiamo pensando anche a un ebook (il primo per Navarra Editore).

Degli argomenti trattati nel libro ho discusso, negli ultimi anni, con molte persone, parecchie delle quali citate nel libro: Alberto D’Ottavi, Alfredo Scalzo, Andrea Topo, Anna Natali, Antonio Andreoli, Bror Salmelin, Danila Sansone, David Lane, David Osimo, Elvira Berlingieri, Ernesto Belisario, Filippo Solibello, Filippo Tantillo, Flavia Marzano, Giampiero Marchesi, Gianluca Dettori, Gigi Cogo, Giovanni Ponti, Giulio Quaggiotto, Giuseppe Granieri, Ida Leone, Jesse Marsh, Laura Manconi, Lorenzo Canova, Luca Galli, Luca Perugini, Marc Lopez, Marco Colarossi, Marco Daglio, Marco Magrassi, Mario Caputo, Mario Pezzini, Nadia El-Imam, Paola Casavola, Paolo Bertossi, Paul Johnston, Rossella Tarantino, Ruggero Rossi, Salvatore Marras, Sergio Maistrello, Stefano Consiglio, Tito Bianchi, Tommaso Fabbri, il team e la community di Kublai, e i lettori e commentatori di Contrordine Compagni. E chissà quanti me ne sto dimenticando… segnalatemi le dimenticanze, mi farete un favore.

Diventa un wikicratico:

Share this:

8 pensieri su “I wikicratici

  1. Alberto Autore articolo

    Giovanni: da questo tuo interesse capisco che sei già un wikicratico, e lo eri da ben prima che io prendessi questa piccola iniziativa. 🙂

    Replica
  2. Pingback: Settimana 1: chi sono i wikicratici e di cosa stanno discutendo » Contrordine compagni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*