Il ritorno degli (splendidi) quarantenni

My foreign readers may not be familiar with the fact that I used to be some sort of, er, minor rockstar: I used to play in a reasonably successful band in the 90s. Together with two ex-war buddies, we did an acoustic tour earlier in the year, just for the hell of it. It turned out to be a lot of fun and surprisingly successful, so, by popular demand, we are doing another round. Kind of an OT, really.

Il tour acustico che ho condiviso a febbraio-marzo con Cisco e Giovanni Rubbiani, vecchi compagni d’arme nei Modena City Ramblers, era veramente una piccola cosa: due chitarre, una fisarmonica, la voce di Cisco e qualche coro. Sul palco, tre antidivi che più antidivi non si può, a ostentare orgogliosi rughe e segni di quelle che abbiamo preso e quelle siamo riusciti a dare indietro. Eppure è stato, pur su piccola scala, un successo, e ci siamo trovati – a grande richiesta, si diceva una volta – praticamente costretti a mettere in programma un altro giro di date. Anche queste saranno acustiche, in trio, roba tranquilla per noi signori di mezza età. Anche a queste i e le quarantenni sono particolarmente benvenuti, quindi cominciate a prenotare la baby sitter e mettete in conto di arrivare in ufficio un po’ arruffati e in debito di sonno, per una volta non muore nessuno, suvvia. Le date, per ora sono queste:

  • 21 Novembre 2010, Pavia – Spazio musica
  • 25 Novembre 2010, Carpi (MO) – Auditorium San Rocco
  • 27 Novembre 2010, Macerata Feltria (PU) – Teatro Battelli
  • 28 Novembre 2010, Urbania (PU) – Teatro Comunale
  • 30 Novembre 2010, Milano – Salumeria della musica
  • 4 Dicembre 2010, Empoli (FI) Palazzo delle esposizioni
  • 11 Dicembre 2010, Roma – Auditorium
  • 13 Dicembre 2010, Parma – Teatro delle Briciole
  • 17 Dicembre 2010, Torino – Folk Club
  • 18 Dicembre 2010, Tavazzano con Villavesco (LO) – Teatro Nebiolo
  • 22 Dicembre 2010, Calatafimi (TP) – Teatro Alhambra
  • 22 Gennaio 2011, San Giovanni Lupatoto (VR) – Teatro Astra

Indirizzi, contatti e informazioni varie sono sulla pagina Facebook.

E a gennaio prenderemo il treno per Auschwitz della Fondazione ex Campo di Fossoli. To’ mo.

Share this:

One thought on “Il ritorno degli (splendidi) quarantenni

Leave a Reply to Carmela Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.