Tag Archives: libro

The distributed author: Wikicrazia readers present Wikicrazia


I receive many invitations to speak at public events to present Wikicrazia, my book on government in the age of Internet collaboration. The topic is hot, and it is going to stay hot: from my vantage point it seems that Internet-enabled spaces of collaboration between citizens and public authorities are sprouting up all across Italy, and there are trailblazers in most democratic countries. I see my role, at least in part, in helping those people to connect to each other and with the global open government movement. I grew up in a small town, and I know well how empowering it feels to take action on your home turf while feeling a part of some global-scale phenomenon.

I am not in the country; it is much harder than usual for me to attend events in Italy, and I was resigned to stop doing so for several months. Last week, however, I got a really interesting proposal, and I had the idea to ask the organizing team if they would accept someone other than myself to present my book. They accepted with enthusiasm. At this point I published an update on Facebook to probe whether my friends and readers would be up for it; to my great surprise, in a couple of hours I got half a dozen volunteers. Fantastic: a book on collaboration,written collaboratively and now even presented “wiki style” by an open community! This must be a first.

Here’s the deal. Navarra Editore and I are looking for volunteers to present Wikicrazia on my behalf in the coming months, when I can’t make it myself (which will be most of the times). We require:

  • being familiar with the book. You need not agree with it: a critical presentation is perfectly acceptable.
  • being comfortable with speaking in public

And we offer:

  • my gratitude!
  • my famous slides (with notes).
  • payment of travel and hotel expenses.
  • a Skype or phone session to discuss how to set up the presentation (as suggested by one of the volunteers).
  • a small gift from the publisher, to show appreciation

Our goal here is to build and “advanced wikicrats” group with members in most Italian regions (and abroad?), people that can contribute in a useful, competent and confident way to the public events that are organized therein. I have a feeling that such a group could be useful to do other things as well.

We are kicking off with an event in Riomaggiore, at Cinque Terre, on 29th, 30th and 31st of July. See how it goes.

L’autore distribuito: i wikicratici presentano Wikicrazia


Ricevo spesso proposte di presentare Wikicrazia, il mio libro sull’azione di governo ai tempi della rete. Il tema è caldo, e lo rimarrà: dal mio punto di osservazione ho l’impressione che in tutta Italia si stiano costruendo spazi di collaborazione tra cittadini e istituzioni abilitati da Internet. In questi mesi di viaggi e di incontri collegati al libro, ho avuto la fortuna di incontrare veramente tante persone competenti, idealiste e appassionate, certamente in grado di fare proposte credibili di governo wiki nei loro territori. Vedo il mio ruolo, almeno in parte, nell’aiutare queste persone a stabilire collegamenti le une con le altre e con il movimento mondiale dell’open government. Sono cresciuto in provincia, e so bene quanta forza possa dare l’agire nel proprio territorio sentendosi parte di un fenomeno globale.

In questo periodo mi trovo all’estero. Mi è molto più difficile del solito spostarmi, e mi ero rassegnato a sospendere gli incontri per diversi mesi. La settimana scorsa, però, ho ricevuto un invito particolarmente interessante, e ho chiesto agli organizzatori se fossero disposti ad ascoltare la presentazione del libro, invece che da me, da qualcuno che lo conosce bene e che si riconosce nel movimento per un governo aperto. La risposta è stata entusiastica. A questo punto ho pubblicato un update su Facebook per sondare la disponibilità dei miei amici e lettori; con mia grande sorpresa, nel giro di un paio d’ore una mezza dozzina di persone (alcune delle quali non conosco personalmente) si sono rese disponibili a presentare il libro. Fantastico: un libro sulla collaborazione, scritto in modo collaborativo, e perfino presentato da una comunità aperta in stile wiki! Non credo sia mai stato fatto.

A questo punto vi faccio una proposta più articolata. Io e Navarra Editore cerchiamo volontari per presentare Wikicrazia al mio posto nei prossimi mesi, quando capita (e capiterà sempre più spesso) che io non possa andare di persona. I requisiti per farlo sono:

  • avere letto il libro. Non è invece necessario condividerlo in toto; potete anche fare una presentazione critica se vi sembra giusto così.
  • essere disposti a parlare in pubblico.

L’obiettivo è costruire un gruppo di wikicratici avanzati distribuiti tra le varie regioni italiane, in grado di parlare con competenza e disinvoltura di queste cose nelle occasioni pubbliche che si organizzano nei diversi territori. Ho la sensazione che un gruppo così potrebbe essere utile anche per fare altre cose.

Wikicrazia, (Italiano)

Giugno è passato, e la fase collaborativa su Wikicrazia è finita con un risultato molto superiore alle mie aspettative. Ho fatto le slides qui sopra per presentarli e ringraziare tutti i partecipanti, a cui sono debitore di molta conoscenza e di un’esperienza molto utile, che non avevo mai fatto prima. Grazie tantissime!

Mi ritiro a scrivere la versione finale. La bozza e i commenti rimangono online, e io continuerò a leggere e a rispondere i commenti arrivati dopo il 30 (ce ne sono già), ma non darò più aggiornamenti settimanali. Mi restano da fare due piccole osservazioni provvisorie che nei dati non si vedono immediatamente. La prima è che non si è creata una community di Wikicrazia: tranne poche eccezioni, i partecipanti si rivolgono a me, non gli uni agli altri. Il grafo sociale che descrive il processo è una stella, in cui tutti sono connessi a me ma non tra loro. La seconda è che nessun politico ha partecipato al processo. C’è da dire che ne conosco pochi, ma speravo in un passaparola, è un punto di vista che mi interesserebbe.

Man mano che digerisco questa esperienza straordinaria, condividerò le idee interessanti che mi stimolerà, sempre che me ne vengano. In prima approssimazione, posso già dire che mi ritrovo abbastanza nelle conclusioni di Nina Simon sul suo esperimento, diverso dal mio ma con uno spirito simile.